Non c'è sesso senza sesso #3

Etichette: , , ,

Reazioni: 

Le new entry non finiscono mai. Come gli esami e gli ornamenti in carne e silicone a Palazzo Grazioli. Oggi tocca alla presidentessa onoraria del puffi fan club italiano, la gentil Ponzia.

Mi sveglio con la sindrome del "butta-butta". Faccio colazione e scendo in cantina.

Attacco per prima cosa una cassetta di cartone sigillata con scritto sopra "scuola". Taglierina, zzzac! Sussidiario della elementari uguale butta-butta. Astuccio con mozziconi di matite colorate. Mancano il rosa e il nero uguale butta-butta. Grumo informe di gomme per cancellare, ormai incollate tra loro = butta-butta. Righello bianco dei Puffi di cm.30. Perfetto. Sembrerebbe nuovo se non fosse un pochino ingiallito. Lo prendo in mano, lo guardo e parte il film.

Ora di ricreazione. Marco entra in classe e mi poggia sul banco il righello.

"Grazie. L'ho preso in prestito senza chiedertelo"

"N'importa. Prego", rispondo. Gli sorrido quando lui già si era voltato per uscire di classe. Un classico.

Allungo la mano per prenderlo, ma parte un "NOOOOOOOO!" da fondo classe.

Fermo immagine.

Riparte il film al rallenty. Giro la testa verso Monica, l'urlatrice, con sguardo da "machecazz...?". Assembramento di compagne di classe intorno al mio banco e al mio righello. Il MIO righello coi Puffi!

Monica ManiAPugnoSuiFianchi: "Ma lo sai cosa ci fanno i maschi col righello? All'ora di ricreazione, per giunta".

Aggiunge, per gentilezza d'animo, "Sei un'idiota" con uno sbuffo. Il righello giace sul banco, con 5 paia di occhi femminili che lo scannerizzano e nessuna lo tocca.

"Mi sembra ci sia una strana impronta umida al cm.21". Sandra. Oggi verrebbe chiamata nerd, allora nessuno avrebbe capito il significato del termine. Tranne lei, ovviamente. Dieci laser puntati sul cm 21, quello dove c'è il Puffo con il fiore in mano. Ci mancava pure il presagio poetico.

"Maddai! Marco avrà avuto le mani sudate, oppure se l'era appena lavate" - questa sono io, che ho un innamoramento-venerazione per lui e SO, per amore e non altro, che anche quando gioca a calcetto per due ore di fila, con le Superga, non puzza, ha le mani sempre pulite e non usa il mio righello per misurarsi il pisello.

"Ma quali mani e mani..." - sempre Monica, la nostra professoressa di diseducazione sessuale.

"Scusa, Monica, ma se non è il sudore delle mani cosa potrebbe essere? Non mi dirai che i peni dei maschi sudano?" Rita e le sue arie da scienziata..."i peni dei maschi", sì, e le prostate delle donne.

Monica è in evidente imbarazzo, ma non molla. E' una dominante, vera femmina alfa.

"Certo che sudano. Si suda in tutto il corpo. Siete delle dementi" Monica si allontana da noi col "naso a punta" ed esce di scena, vincente. Siamo senza tutor. Finalmente.

Prende la parola Enrica, la più cazzona della classe, la mia migliore amica-nemica: "Se quella è una macchia di sudore allora puzza. Sudore uguale Puzza; è matematico"

Sto per piangere: Marco NON PUZZA MAI! Mi stanno facendo del male queste bastarde e lo sanno. Perfide!

"Prova ad annusarlo, ma senza toccarlo. Se puzza di pisello allora ce l'ha messo sopra". Stronzaaaa!

Anna, che ancora non ha detto una parola, guarda Enrica e: "Sei davvero una stronza!".

Come si permette di insultare la mia migliore amica? (Certo che è proprio un'età confusa l'adolescenza).

Campanella di fine ricreazione. Rientrano tutti in classe e le vipere strisciano velocemente verso i loro banchi. La mia compagna di banco fa la sua entrata al fianco di Marco; ridacchiano entrambi e io sto per morire. Prendono posto, continuando a ridacchiare, complici di chissà quali confidenze. Sono morta.

Lei acchiappa il mio righello, ci passa il dito sopra e se lo ficca in bocca "Avevi pane e nutella? te n'era caduta sul righello"

Non ce la faccio più, neanche da morta: "SEI UNA PUTTANA!!! Non solo ci ridi e scherzi insieme, ma gli lecchi anche il pisello!"

Quel righello mi è costato 3 giorni di sospensione "con obbligo di frequenza", però io e Marco ci mettemmo insieme qualche giorno dopo. Non gli ho mai misurato il pisello e, finchè ero innamorata di lui, non ha mai puzzato.

ponzia

Non ho capito a che ciclo scolastico facciamo riferimento.

@Gabbro: secondo me al primo anno di ginnasio.
Ponzia

Beh, però se i centimetri erano davvero 21 valeva la pena di sbavargli dietro, ecco. (Non ai 21 centimetri in questione, o almeno non principalmente).

Brava Ponzia, bel post.

Ah ok, il sussidiario delle elementari e il righello dei Puffi mi avevano tratto in inganno :)
Molto divertente, comunque!

Grazie! Davvero grazie.
Questo post per me è un banco di prova, finora ho pubblicato solo poesie, in metrica (logico no?)tristerrime e mai lunghe 21 cm.
Se fossi un uomo, Alex Drastico mi direbbe "Tu! ce l'hai piccolo!"

P.S. Mi scuso con SenzaVoglia e tutti voi se mi compaio qui come anonima. Giuro che avevo un account Google, ma ho rotto la chiave dentro la serratura e non mi ci fa più entrare.

Ponzia.

Ma è fighissimo ponzia!!! Anchio io mi ero persa un po però tra il righello dei puffi e l'età delle misurazioni..

:-)

View Comments